The Cranberries: Zombie

Warrington,Inghilterra,20 Marzo 1993.Due bombe nel giro di pochi minuti esplodono nel centro cittadino.56 persone rimangono ferite,4 in modo molto grave.Il bambino Jonathan Ball,3 anni,muore all’istante;il bambino Tim Parry di 12 anni,morirà 5 giorni dopo in ospedale.Le bombe,sono quelle dell’IRA.
Dolores O’Riordan,leader dei Cranberries,che si trovavano in quel periodo in tour proprio in Inghilterra,rimane sconvolta alla notizia e scrive di getto un brano-denuncia della situazione che imperversava in Irlanda del Nord.Era il 1993 ed il brano era Zombie.
Nel testo è stato visto un riferimento alla canzone The Town I Loved So Well scritta nel 1973 dal musicista irlandese Phil Coulter e dedicata alla sua città, Derry, nell’Ulster, uno dei luoghi cardine del conflitto nordirlandese e sede della famigerata Domenica di sangue durante la quale 14 persone furono uccise dall’esercito britannico. Nel testo è presente un verso che cita tanks e guns, carri armati e pistole, come nella canzone dei Cranberries.La canzone di Coulter però,esprimerebbe sentimenti repubblicani, mentre Zombie esprimerebbe sentimenti contrari. In realtà Dolores O’Riordan, interpellata su quale valenza politica avrebbe la sua canzone in relazione al conflitto nordirlandese, ha detto di non aver mai pensato a questo, ma di aver scritto la canzone solo come reazione alla morte di un bambino in Inghilterra (a causa dell’attentato di Warrington) e di averla scritta di getto, in meno di 20 minuti.La canzone è dedicata principalmente alla disumanità della violenza e di come la violenza sia ormai parte integrante della realtà irlandese.Gli zombie sarebbero coloro che non vedono, ormai assuefatti come dei morti viventi, l’insensatezza della violenza senza fine capace di spezzare il cuore di un’altra madre.
Divenuta il più importante successo dei Cranberries, Zombie è stata accostata spesso ad altre celebri canzoni contro la guerra e in particolare a quelle dedicate ai Troubles, come le due Sunday Bloody Sunday, la prima di John Lennon e la seconda degli irlandesi U2.Zombie è la prima canzone dal contenuto politico scritta da Dolores O’Riordan e anche musicalmente si discosta dalla precedente produzione del gruppo. La canzone è un aggressivo e arrabbiato pezzo grunge in cui la voce, solitamente dolce e solare della cantante, appare insolitamente dura, in linea con la crudezza del testo.
Il brano è stato il singolo-lancio del secondo album studio della band,dal titolo No need to argue del 1994.Il video di Zombie fu diretto da Samuel Bayer .Nel video, Dolores O’Riordan è completamente dipinta di una tinta dorata, circondata da bambini in una reminiscenza dell’immagine classica di San Sebastiano.Del video furono distribuite due versioni. Nell’originale,che vedete qui,le scene in cui compare Dolores O’Riordan travestita e interamente ricoperta d’oro e in cui la band suona, sono alternate a scene di vita quotidiana che richiamano l’occupazione militare britannica in un tipico quartiere dell’Ulster durante la crisi nordirlandese. In queste scene compiano soldati britannici armati che pattugliano le strade in tenuta da guerra.

~ di sadjack su 17 maggio 2010.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: